Senigallia e dintorni: una tradizione da riscoprire con la Festa della Cicerchia

FestadellaCicerchiasenigalliaSenigallia è una delle più rinomate località del turismo marchigiano, meta di turisti provenienti dall’Italia ma anche da tutta l’Europa. Senigallia è famosa soprattutto per la sua spiaggia cosiddetta “di velluto”. Ma non attrae i turisti solo per il litorale e il mare pulito, premiato ininterrottamente dal 1997 della Bandiera Blu, ma anche con le sue attrattive architettoniche e culturali tra cui le belle piazze, i monumenti, i musei e altro ancora.

Tutti gli anni Senigallia lancia una serie di proposte qualitativamente attraenti per i turisti che la scelgono per le vacanze o anche solo per una fuga nel fine settimana.

Dalla spiaggia di velluto, alle verdi colline, dalla primavera all’autunno, c’è un programma fitto di eventi tra cui feste, sagre, musica e rievocazioni di eventi storici. A Senigallia è stato creato un vero e proprio progetto di accoglienza in collaborazione con i comuni limitrofi tra cui Arcevia, Serra de’ Conti e Corinaldo.

E proprio a Serra de’ Conti, un paesino a pochi chilometri da Senigallia, tutti gli anni a novembre si svolge la famosa Festa della Cicerchia con cui si vuole celebrare un legume “povero”, poco conosciuto, che per molti secoli è appartenuto alla cultura alimentare del luogo.
In questa festa si riscoprono i sapori antichi al fine di mantenerli vivi e salvaguardare dall’estinzione dei beni di realtà produttive minori ma sempre di qualità. Nella Festa della Cicerchia vengono anche esaltati i colori, il gusto e i profumi dell’autunno marchigiano.

Serra de’ Conti ospita la festa della cicerchia che ha la sua notevole importanza culturale e gastronomica in quanto celebra un legume che ha fatto sempre parte della cucina delle campagne marchigiane, una cucina povera ma essenziale, ricca di tutti i principi nutritivi di una sana alimentazione.

La cicerchia si pianta ad aprile e si raccoglie d’estate: è un legume semplice da coltivare perché non necessita di cure particolari e non teme la siccità. Come gli altri legumi ha un ottimo apporto proteico, ha pochi grassi e molti amidi.

Questo caratteristico appuntamento autunnale si svolge nel centro storico della cittadina, all’interno delle sue mura medievali, nelle quali si possono trovare ad ogni angolo cantine, locande e osterie dove, oltre alla cicerchia, si possono gustare numerosi altri piatti tradizionali marchigiani, accompagnati dagli ottimi vini del luogo ma principalmente dal caratteristico novello di stagione.

A Senigallia, così come nei comuni limitrofi che le fanno da cornice, l’offerta turistica è ricca e diversificata. Gli ottimi hotel e tutte le altre strutture turistiche della zona, numerose sia lungo la costa che nell’interno, offrono una calda ospitalità e dispongono di tutti i confort per poter trascorrere una piacevole vacanza o anche solo un week end all’insegna della scoperta eno-gastronomica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *